La Torre di Cosio d’Arroscia #invasionidigitali 2015

La Torre di Cosio d’Arroscia #invasionidigitali 2015

Il giorno 26 aprile 2015 l’invader Federica Casale – @FedericaCasale, supportata da Wepesto Associazione Culturale ha condotto l’invasione del borgo di Cosio d’Arroscia, sede del Museo delle Erbe, posizionato nella Valle Arroscia, Liguria.
Per quanti non conoscono le #invasionidigitali, trattasi di un format d’invasione con cellulari, macchine fotografiche e ogni strumento disponibile atto a portare online la cultura italiana. Per approfondimenti, ecco il sito ufficiale.
Uno dei simboli del paese attorno al quale hanno orbitato i quasi cento invasori, noncuranti della pioggia, è stato il campanile dell’Oratorio dell’Assunta, nato in realtà quale torre di difesa dei cosiesi.

la vista dal campanile sul paese

Risalente forse all’epoca tardo imperiale, ospitava macchine da guerra e dominava l’alta Valle Arroscia. Solo durante il quattordicesimo secolo divenne la torre campanaria dell’Oratorio dell’Assunta.

invasori sul campanile di Cosio d'Arroscia per le #invasionidigitali

 Il gruppo di invasori al termine dell'invasione di Cosio d'Arroscia 
Foto e video Nicola Ferarese

Share it