Miti e Menhir sulla Via Marenca

Miti e Menhir sulla Via Marenca

“Volete fermare il cuore del vostro vicino? Dategli questa. È la pianta più velenosa della Liguria. Si chiama Elleboro fetidus.”

Elleboro fetidus sulle Alpi Liguri
Ha esordito così la nostra guida, Marco Rosso. Mentre la luce continuava a diminuire.

Marco Rosso guida escursionistica e naturalistica
Siamo partiti in dodici, compresi 3 cani, dal Passo Teglia alle ore 21:00.

trekking col cane in Liguria

il sentiero nel Bosco di Rezzo

Alpi Liguri alla sera

Sotta di San Lorenzo in trekking notturno

Siamo arrivati al Passo della Mezzaluna alle 22:00 circa (del percorso e della sua storia ne parliamo anche qui).

Passo della Mezzaluna di notte facendo trekking
Qui abbiamo lasciato che gli occhi si adattassero all’oscurità per tornare sui nostri passi e scoprire uno dei luoghi più misteriosi della Alpi Liguri: la Sotta di San Lorenzo.

di notte nel bosco di Rezzo
Luogo di incrocio tra valli e popoli, punto nevralgico di un antica Via del Sale (o “Marenca” – che porta al mare), questa dolina carsica ospita un menhir ed un altare sacrificale.

il menhir sulla Sotta di San Lorenzo, Via Marenca, Liguria #visitriviera #italianriviera
Avete letto bene. E, probabilmente, la sua storia si allaccia al mito del dio pagano Beg, dal cui nome derivano alcuni vocaboli prettamente liguri e sempre connessi alla fertilità. Come il Monte Bego nella Valle delle Meraviglie o lo stesso marchio di fabbrica del Ligure DOC: Belin! Di questo mito ne parliamo qui.

Nicola


View Liguriainside in a larger map

Share it